Come fare in casa le carote in agrodolce: una conserva estiva buonissima

Oggi vi diciamo come fare in casa le carote in agrodolce. Queste carote sono un contorno ideale sia per le carni bianche e rosse sia per il pesce. Il periodo estivo è senza dubbio quello ideale per preparare le vostre carote in agrodolce, per avere poi nelle vostre dispense delle ottime conserve, da consumare anche nel periodo invernale. Vi ricordiamo che se non volete tagliare le carote a bastoncini, prima di metterle nei vasetti di vetro, per risparmiare tempo potete prendere direttamente delle carote baby, che possono essere poste intere nei barattoli.

Ingredienti: 2 kg di carote – 1,5 l di aceto di vino bianco – 100 ml di olio extravergine di oliva – 30 grammi di zucchero – 20 grammi di sale

Preparazione delle carote in agrodolce

Raschiate le carote con un coltello, lavatele e tagliatele in quattro, per poi tagliale ancora in bastoncini lunghi 4 o 5 centimetri (oppure utilizzate – come detto – delle direttamente delle carote baby).

Prendete dei vasi di vetro puliti e apriteli. In una pentola capiente e dai bordi alti mettete a bollire aceto e olio con il sale e lo zucchero. Tuffatevi le carote e, prima di scolarle con una schiumarola, attendete che riprenda il bollore.

Quando le carote saranno pronte, fatele raffreddare e mettetele nei vasi di vetro, fino ad almeno 2 cm da sotto il bordo del vaso stesso. Ricoprite interamente le carote con il liquido di cottura ancora caldo e chiudete ermeticamente i vasi con i loro tappi.

Fate raffreddare le carote in agrodolce e mettete i vasetti in dispensa in un luogo fresco e asciutto, attendendo almeno un mese e mezzo prima di consumarle.

carote in agrodolce


Facebook

Questo articolo è stato letto 251 volte.


Leggi anche...