Le frittelle di rosamarina, o frittelle di neonata oppure ancora frittelle di bianchetti sono una specialità culinaria della Calabria e della vicina Sicilia. A causa delle severe leggi che ne controllano il pescato, il novellame non è molto facile da reperire, ma le frittelle che vi si preparano sono buonissime!

frittelle di rosamarina (3)La rosamarina in Calabria si prepara in mille modi: rosamarina sotto sale condita con peperoncino essiccato al sole e sbriciolato – in questo modo la neonata si conserva molto a lungo –, rosamarina appena sbollentata e condita con olio e limone e prezzemolo o addirittura rosamarina a crudo con peperoncino e limone.

Ma vediamo come preparare le classiche frittelle di rosamarina di Calabria e partiamo dagli ingredienti.

Ingredienti: Farina a piacere, un uovo, p01rezzemolo tritato, acqua Q.B., sale Q.B., Olio per friggere.

Preparazione delle frittelle di Rosamarina alla Calabrese (o frittelle di bianchetti)

Lavate accuratamente i bianchetti sotto l’acqua corrente, aiutandovi con uno colino e facendovi perdere l’acqua in eccesso – eliminando eventuali alghe rimaste su di essi. Ponete la neonata in un piatto e incominciate a preparare la pastella, mettendo in un recipiente la farina, il sale, l’uovo, l’acqua e il prezzemolo trito. Amalgamando per ottenere una pastella omogenea e senza grumi.


Fatto ciò, aggiungetevi la rosamarina e fatela diventare parte del composto di acqua, farina e uovo. Ora, mettete sul fuoco una padella, nella quale farete scaldare dell’olio d’oliva. Quando l’olio sarà abbastanza caldo, con l’aiuto di un cucchiaio da portata, prendete un bel poco di pastella appena preparata e mettetela in padella per ottenere le vostre frittelle – che non appena saranno belle dorate da un lato, andranno girate dall’altro.

Una volta che saranno diventate di un bel colorito, croccanti e profumate, ponetele in una piatto da portata sul quale avrete messo della carta assorbente e servitele ai vostri ospiti ben calde.

frittelle di rosamarina (2)

Stampa la ricetta