Quel retrogusto un po’ amaro la rende piacevole al palato, il sapore agrodolce perfetta per la colazione o il dessert. Stiamo parlando della marmellata di arance, un grande classico delle cucine italiane. E una delle più gettonate all’interno della Cucina di Bacco!

Il periodo migliore per preparare la marmellata di arance è ora: nel lasso di tempo che va da novembre e febbraio, quando sui banchi di frutta del mercato si trovano arance fresche e succose, degne di essere chiamate “Arance”, con la A maiuscola, naturali e non trattate. Utilizzandole, verrà fuori un composto buono e ideale per combattere la malinconia tipica dell’inverno!


 

La ricetta della marmellata di arance fatta in casa

Dopo aver visto il periodo migliore per preparare la marmellata di arance, vediamo qual è la vera ricetta di questa prelibatezza. E cominciamo dagli ingredienti.

Ingredienti per quattro barattoli medi di marmellata: 10 arance, un chilo di zucchero e po’ di succo di limone.

 

Il procedimento per la marmellata di arance fatta in casa

  1. Lavate per bene le arance e mettetele a bagno in un recipiente. Lasciatele lì per una notte.
  2. Il mattino seguente, asciugatele e privatele della scorza, prestando attenzione a non tirare via del tutto l’albedo, quella pellicina bianca che le circonda. Questa, infatti, sarà quella che conferirà alla marmellata il tipico sapore amarognolo. Naturalmente, se la preferite la marmellata dolce, eliminatela del tutto. Altrimenti conservatela.
  3. Se avete scelto un gusto amarognolo tagliate l’albedo a striscioline e lessatelo per tre minuti in acqua bollente. Scolatelo e mettetelo da parte.
  4. Tagliate quindi le arance in pezzi, eliminando i semi.
  5. Raccogliete la polpa in una pentola e mettetela sul fuoco, portandola a ebollizione.
    Lasciate cuocere per 5 minuti. Poi spegnete il fuoco e aggiungete lo zucchero e il succo di succo di limone e, se preferite, le striscioline di albedo.
    Mescolate bene fino al completo scioglimento dello zucchero. Poi riportale la pentola sul fuoco e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti dal momento dell’ebollizione.
  6. Mescolate di tanto in tanto.
  7. Quando il composto avrà raggiunto la consistenza del miele, versate tutto nei barattoli asciutti. Chiudeteli per bene con un tappo e lasciateli raffreddare capovolti.

 

PS: se preferite potete anche aggiungere assieme allo zucchero delle scorzette a listarelle precedentemente sbollentate per qualche minuto…