La bistecca alla fiorentina è il piatto per eccellenza della cucina toscana. Essa viene arrostita sulla brace ma impiattata ancora al sangue al suo interno. Solitamente la parte del bovino che si utilizza è la lombata, ecco perché la bistecca si serve solitamente con l’osso.
La storia racconta che la famiglia del Medici, governatori di Firenze tra il XV e il XVIII era soliti offrire al popolo quarti di bue arrostiti su brace in occasione del festeggiamenti di San Lorenzo, proprio nella piazza che porta il nome del santo.
La possibilità di mangiare gratuitamente e di assistere ai grandi falò allestiti ogni 10 Agosto per questa ricorrenza, faceva si che a Firenze si riversasse tantissima gente anche proveniente da molto lontano.
E fu proprio nella metà del 500’ che a Firenze, giunsero in città un gruppo di inglesi, che erano lì per affari – in quanto il Granducato dei medici a quei tempi era un grande centro bancario – e ritrovatisi nel corso dei festeggiamenti del 10 agosto, assaggiarono la bistecca alla brace ed entusiasti per la sua bontà, gridarono tra la folla degli astanti: “beef steak – beef steak”- cioè costata di bue in inglese – per averne ancora. La parola fu subito italianizzata in “bi-stecca”.
Ma, ecco come si fa a preparare una bistecca alla fiorentina perfetta.


Ingredienti per 4 persone
Costate con l’osso da 400 grammi l’una
Pepe
Sale

Preparazione della bistecca alla fiorentina
Lavate le costate di carne e asciugatele tamponandole con carta da cucina per poi cuocere la carne su barbecue o sul grill del forno per circa 5 minuti, sino a quando la superficie delle costate non si sarà ben dorata.
Poi, girate la carne dall’altro lato, fino a quando non raggiungerà una bella croccantezza esterna, ma rimanga al sangue al suo interno.
Infine, salatela, pepatela e portatela in tavola accompagnata da una buona insalata verde mista e pane fresco.

fiorentina

Stampa la ricetta