Come preparare le zucchine sott’olio alla calabrese

Per tutto il mese di settembre in Calabria, così come in tutto il Sud, si preparano deliziose conserve di verdure sott’olio o sott’aceto. Così, oggi, abbiamo pensato di regalarvi la ricetta delle zucchine sott’olio alla Calabrese. Le zucchine sott’olio si preparano molto velocemente e non hanno bisogno di grandi accorgimenti. Sono perfette per condire delle bruschette fragranti ancora calde, oppure, dei succulenti panini. Si prestano anche a fare da contorno a buonissimi piatti di pesce o di carne. Ora che le zucchine abbondano nei vostri orti e sui banchi dei mercati rionali o nei supermercati, cosa aspettate a farne una bella scorta per il lungo inverno? Avrete così sempre a portata di mano delle gustose zucchine e eviterete sprechi inutili.

Mi raccomando di comprare sempre zucchine sode, dal colore verde brillante e di media dimensione, non trascurando mai la buona qualità del prodotto stesso.


Anticamente, era impossibile trovare frutta e verdura fuori dei periodi stagionali, e dunque si utilizzavano metodi di conservazione semplici ma efficaci, come il sotto sale o, appunto, il sott’olio. Le massaie si assicuravano così il sapore e i colori della verdura estiva sulle propria tavola per tutto l’inverno.

Vi suggeriamo di procedere alla conservazione utilizzando vasetti di diversa capienza, così da aprirne di grandi o di piccoli in base agli ospiti che avrete a casa.


Una volta aperti i vasetti, le zucchine sott’olio si conservano in frigo per qualche giorno.

 

Preparazione delle zucchine sott’olio

Ingredienti per un kilo di zucchine sott’olio: 1 kg di zucchine – 300 ml di aceto di vino bianco – mezzo litro di acqua – peperoncini – olio di oliva – aglio – foglione di menta fresca

  1. Lavate le zucchine sotto l’acqua fresca corrente e privatele del torsolo. Tagliatele a metà nel senso della lunghezza ed eliminate la parte bianca interna con i semi.
  2. Tagliate ore le zucchine a listarelle di circa un centimetro.
  3. Prendete uno scolapasta e mettetevi al suo interno le zucchine coperte interamente da sale grosso, per far in modo che perdano tutta l’acqua di vegetazione, sopra le quale metterete un peso – come una casseruola colma d’acqua, per accelerare il processo. L’operazione deve durare alcune ore, e sarà tanto più lunga quanto sarà ricca la polpa delle zucchine. In generalmente l’operazione non dovrebbe superare le 6-8 ore.
  4. Trascorse le ore per eliminare l’acqua di vegetazione, risciacquate accuratamente le zucchine sotto l’acqua e fatele asciugare stese su un panno da cucina pulito e asciutto.
  5. Intanto prendete una grande casseruola e metteteci dentro mezzo litro di acqua insieme con 300 ml di aceto di vino bianco – la dose vale per circa 1 kg di zucchine, ma potete aumentarla o ridurla in base alle vostre esigenze.
  6. Quando l’aceto di vino comincia a bollire, tuffate dentro la pentola le zucchine e cuocete per pochissimi minuti, giusto il tempo per far ritornare l’acqua a bollire.
  7. A questo punto, fate riasciugare le zucchine su di un canovaccio pulito, stringendole prima con l’aiuto di un torchio o con le mani, per far in modo che perdano tutti i liquidi in eccesso.
  8. Sterilizzate dei vasetti di vetro puliti e realizzate un primo strato di zucchine.
  9. Aggiungetevi dei pezzetti di aglio, peperoncino a tocchetti, foglione di menta a pezzetti.
  10. Ricoprite gli stati di zucchine con dell’olio di oliva, fino a copertura dell’interno vasetto, in modo che le zucchine non vadano a male, formando eventuali muffe. Se trascorse le 12 ore il livello dell’olio dovesse scendere aggiungetene dell’altro.
  11. Chiudete tutti i vasetti di zucchine sott’olio ermeticamente e capovolgetele in modo da formare il sottovuoto.
  12. Infine, Riponeteli in un luogo fresco e asciutto. Prima di mangiare le vostre zucchine sott’olio attendete almeno un mese.

Facebook


Questo articolo è stato letto 1.521 volte.