Conoscete la Apple Pie, la famosissima torta di mele americana? La Apple Pie fu resa celebre in tutto il mondo anche grazie a Walt Disney, che nei suoi fumetti ha disegnato da sempre una campagnola Nonna Papera intenta a preparare la celebre Apple Pie. Nonna Papera faceva raffreddare la Apple Pie sul davanzale della sua finestra e puntualmente il goloso Ciccio la mangiava.

Ma la Apple Pie compare anche in altri celebri cartoni Disney che hanno fatto la storia, primo tra tutti Biancaneve e i sette nani. Proprio in Biancaneve – del 1937 – si vede la protagonista preparare – aiutata dai suoi amici animaletti – la Apple Pie, che fu motivo della morte della povera Biancaneve. Infatti, proprio per preparare la Apple Pie, Biancaneve accettò le mele rosse della strega cattiva.

La Apple Pie chiamata in America semplicemente “American Pie” – tanto da indurre la cantante Madonna a fare un rifacimento di un antica canzone americana, che aveva proprio questo titolo – è emblema della cultura americana stessa. La Apple Pie fu però importata dall’Inghilterra – nella quale era già nota nel XVI secolo – e precisamente nel New England con lo sbarco nel nuovo mondo.  Addirittura si dice di un americano puro sangue: “American as an apple pie” (cioè “Americano come la torta di mele”).

Si racconta che alla fine della seconda guerra mondiale si diffuse tra i militari di ritorno dalla guerra l’usanza di rispondere, a chi chiedesse loro di cosa avessero sentito di più la mancanza: «la mamma e la torta di mele».

Gli americani erano soliti consumare la Apple Pie a fine pasto, accompagnata da gelato alla vaniglia – e lo fanno ancora oggi – e poi consumavano gli avanzi per la colazione del giorno dopo. In America si preparava la Apple Pie per conservare e consumare le mele – perché all’epoca non c’erano i frigoriferi – e si aveva la tradizione di traforare la copertura della torta per far in modo che la torta non esplodesse in forno, disegnandovi sopra la sagoma di un ramo di felce!

Ma vediamo com’è la vera ricetta della Apple Pie Americana.

Ingredienti per la pasta: 400 grammi di farina –  300 grammi di burro –  due cucchiai di zucchero – un pizzico di sale – due rossi d’uovo – 5–6 cucchiai di acqua fredda.

Ingredienti per il ripieno: 1 chilo di mele “Granny Smith” – 100 grammi di zucchero di canna – 1 cucchiaio di maizena –  ½ cucchiaino di polvere di cannella – 20 grammi di burro – 1 cucchiaio di acqua


Preparazione della Apple Pie di nonna papera

Mettete della farina in un recipiente con il sale, lo zucchero, il burro a pezzettini e i rossi d’uovo. Amalgamate il tutto, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua fredda e stendete l’impasto ottenuto su un piano di lavoro infarinato. Quindi formate una palla con l’impasto e rifate questa operazione nuovamente per poi riporre la palla di impasto all’interno di carta stagnola. Riponete in frigo per minimo mezz’ora e incominciate a preparare il ripieno della vostra Apple pie.

Nonna Papera

Per la preparazione del ripieno della Apple pie di nonna papera

Mettete in una scodella le mele private della buccia e tagliate a spicchi sottili insieme allo zucchero, la cannella in polvere e la maizena, mescolando per bene il tutto. Una vota che l’impasto avrà riposato si toglie dal frigo e si stende per ricavarne due dischi di pasta – uno della circonferenza della tortiera e uno un po’ più grande capace di coprire tutta l’imposto adagiato nella tortiera e relativi bordi.

A questo punto si mette il disco di pasta più piccolo nella tortiera e si ricopre perfettamente quest’ultima, rivoltando i bordi in eccesso all’esterno di essa e si mette al suo interno il ripieno di mele – alternandolo però con degli strati di burro a fiocchetti. Quindi chiudete la torta con il disco piccolo e sigillate la torta girando all’interno il bordo del disco grande.

Infine, spennellate l’impasto con un cucchiaio d’acqua, zuccherate e infornate a 180° per circa 40 minuti per poi mangiarla tiepida accompagnata con una porzione di gelato alla vaniglia o della panna montata.

Torta di mele

.

 


Vota la Ricetta
[Total: 0 Average: 0]

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *