La gelatina di fiori di sambuco è molto conosciuta è apprezzata soprattutto in Germania, dove viene chiamata Holunderblütengelee. Ha un profumo intenso e una dolcezza davvero stupefacente. Il procedimento per farla in casa è davvero semplicissimo.

Senza contare che potrete consumare questa gelatina in tanti modi diversi: vi potrete farcire crostate e biscotti, la potrete spalmare su fette biscottate per una bella colazione sana e nutriente, oppure, la potrete apprezzare insieme con tanti tipi di formaggi diversi, come: formaggi stagionati, formaggi di fossa, pecorino, grana padano e brie.

La gelatina si conserva per circa un anno dalla sua realizzazione e una volta aperto il vasetto va conservata in frigo per alcuni giorni e sigillata con tappo a chiusura ermetica.

La pianta del sambuco è circondata da meravigliose leggende e affascinanti miti, di cui vi parlerò più in là. I suoi fiori, raccolti come fossero piccole “nuvolette” bianche sono profumatissimi e sono usati spesse volte per preparavi delle tisane, delle marmellate, sciroppi e persino dolci dal sapore antico.

I fiori di sambuco fioriscono tra la fine di maggio e il mese di giugno, nelle stradine di campagna, ma anche nei boschi umidi, sulle rive dei corsi d’acqua e nelle zone ombreggiate e fresche.

La cosa importate da sapere è che per preparare le vostre gelatine bisogna raccogliere solo i fiori e i frutti, infatti le altre sue parti sono velenose e non utilizzabili per usi alimentari. E che prima di adoperarli in cucina bisogna lavarli accuratamente e poi farli asciugare bene.

Esistono due differenti specie di sambuco:

La specie con fiori e frutti commestibili, conosciuta come “sambucus nigra”, ossia, il sambuco comune o sambuco nero.

La specie di sambuco tossica che invece, il “sambucus ebulus”, noto anche come “ebbio” o “sambuco selvatico”.

Gelatina di fiori di sambuco


Ingredienti per 4 persone

12 fiori di sambuco
1,5 kg di zucchero semolato
Una bustina di pectina per gelatine
2 limoni

Preparazione della gelatina di fiori di sambuco

  • Lavate i limoni sotto il flusso di acqua corrente fredda.
  • Poi affettateli e metteteli a macerare per due giorni in due litri di acqua, insieme ai fiori di sambuco rivolti verso il basso e immersi in acqua.
  • Poi, filtrate il tutto, strizzando con cura i fiori di sambuco e i limoni, facendo cadere il liquido che se ne ottiene in una pentola.
  • Unite quindi lo zucchero semolato e la pectina.
  • Mettete sul fuoco la pentola e portate ad ebollizione il liquido per venti minuti almeno.
  • Quando la gelatina sarà pronta, travasatela con un imbuto ancora bollente in vasetti di vetro che avrete già ben sterilizzato.
  • Chiudete quindi tutti i vasetti con dei tappi a chiusura ermetica e cuocete nuovamente i vasetti per una maggiore sterilizzazione e una volta pronti fate raffreddare il tutto completamente.
  • Etichettate con cura tutti vasetti di gelatina di fiori di sambuco e poneteli a riposare in un luogo fresco e buio.

    Gelatina di fiori di sambuco 1

 

Vota la Ricetta
[Total: 0 Average: 0]