Cavatelli fatti a mano con fave fresche e ricotta

Oggi, cavatelli fatti a mano con fave fresche e ricotta!

Noi della Cucina di Bacco abbiamo preparato i cavatelli, un tipo di pasta casereccia tipica della cucina molisana, che – come dice il loro stesso nome – hanno una forma “cava” e si ottengono esercitando una pressione con le dita sui pezzetti di impasto. Ma voi potete utilizzare qualsiasi formato di pasta corta o, in alternativa, degli spaghetti… prediletti dai siciliani! Anche se i cavatelli – c’è da dirlo – mettono in evidenza ancor di più il sapore di questo piatto, perché la ricotta e le fave vengono trattenute nel loro incavo.


Non c’è Pasqua senza che sui banchi del supermercato non compaiano delle belle fave fresche appena raccolte, magari da accompagnare con delle fette di pecorino stagionato e della pancetta.

I cavatelli con le fave fresche e un’abbondate manciata di ricotta salata stagionata grattugiata sulla pasta, sono tipici della cucina siciliana e, più specificatamente, dell’agrigentino. Un piatto delicato che predilige fave ancora tenere che necessitano di poca cottura. Un piatto leggero e profumato che richiama i colori e i sapori della primavera ormai alle porte…


 

Come preparare i cavatelli fatti a mano con fave fresche e ricotta

Ingredienti per 4 persone: 300 grammi di farina di grano duro – 400 grammi di fave fresche e tenere – 200 grammi di ricotta stagionata salata – una cipolla – 4 cucchiai di olio extravergine di oliva – sale – pepe

  1. Lavorate la farina con una presa di sale e con la giusta quantità di acqua utile per avere un composto di media consistenza.
  2. Lavorandolo a lungo fino a quando diventerà liscio e omogeneo.
  3. Suddividente l’impasto ottenuto in piccole porzioni, che arrotolerete con le mani sulla spianatoia, ottenendo così dei piccoli filoncini di pasta, del diametro di un sottile grissino.
  4. Tagliate ora l’impasto in piccoli pezzetti lunghi 3 cm circa e subito dopo, esercitate su ciascuno di essi una leggera pressione, utilizzando tre dita di una mano (indice, medio e anulare).
  5. Schiacciando lievemente i pezzetti di impasto nel senso della loro lunghezza, scorreranno sul piano di lavoro arricciandosi e acquistando così la loro tipica forma concava.
  6. Ora preparate il condimento di fave fresche e ricotta.
  7. Prendete una padella e fate soffriggere al suo interno, per 5 minuti, la cipolla tritata sottilmente.
  8. Aggiungete quindi le fave fresche sbucciate e copritele con dei mestoli di acqua calda, ricordandovi poi di salare e pepare.
  9. Fate cuocere le fave con la pentola coperta dal coperchio e a fiamma media per 20 – 30 minuti (il tempo di cottura dipenderà molto dalla tenerezza e dalla grandezza della fave utilizzate) e cuocete i cavatelli, che poi andranno scolati al dente e mescolati alle fave già pronte.
  10. Una volta impiattati i cavatelli con le fave fresche, bagnateli con un filo d’olio a crudo e una manciata abbondante di ricotta salata grattugiata spessa. 

Facebook


Questo articolo è stato letto 255 volte.


Leggi anche...