Come si fa la vera coratella d’agnello alla romana: la ricetta

Oggi vi sveliamo come si prepara la coratella d’agnello alla romana, seguendo l’antica ricetta pasquale. Con la parola coratella si indica il complesso di interiora degli animali di piccola taglia, come l’agnello, il coniglio o il pollame in genere. Coratella è, altresì, il diminutivo di corata, che indica però le interiora degli animali di grossa taglia.

Anni addietro, sia la corata che la coratella definivano il complesso degli organi che comprendevano solamente: polmoni, fegato e cuore. Oggi vi sono stati aggiunti anche i reni, le animelle e la milza.


 

La storia della coratella

Piatto dalle umili origini, la coratella veniva preparate nei paesi montani.Famosissima in tutto il Lazio, ma anche in tutto il Centro Italia, Toscana, Umbria e Marche, è un secondo piatto che, per un periodo di tempo, è stato quasi messo da parte per la scarsa reperibilità della coratella d’agnello, dovuta alla fobia del morbo della mucca pazza. Ma poi è tornato in auge, per essere proposto nelle osterie e sulle tavole dei romani e non solo, specialmente nel periodo di Pasqua. Ha un gusto molto particolare, con un lieve sentore di selvatico e di rustico che non a tutti piace…

La preparazione della coratella che trovate di seguito è la classica e vera ricetta romana, che fa uso di: pomodori pelati, cipolla, peperoncino, prezzemolo, aglio, sedano, carote, salvia, rosmarino, olio extravergine di oliva, sale e per sfumare cognac o in alternativa grappa. E che si può arricchire con un contorno di verdure oppure patate saltate in padella.


Se non doveste trovare la coratella d’agnello dal vostro macellaio di fiducia, potete sostituirla con della coratella di vitello o di maiale. Anche se la vera coratella alla romana si prepara con interiora d’agnello!

 

La vera ricetta della coratella d’agnello

Ingredienti per 4 persone: una coratella d’agnello – 150 grammi di pomodori pelati – peperoncino – cipolla – aglio – prezzemolo trito – sedano – una carota – salvia – rosmarino – olio extravergine di oliva – cognac grappa – sale

  1. Lavate e fate a pezzetti le interiora d’agnello.
  2. Tritate in modo gli odori e mettetene due cucchiai a soffriggere leggermente in una padella in cui avrete messo dell’olio extravergine di oliva.
  3. Aggiungete del peperoncino e quando la coratella di agnello comincia a divenire di un bel colore dorato, spolveratela con del prezzemolo trito e un po’ di sale.
  4. Fatela rosolare bene e poi bagnatela con del cognac o in alternativa della grappa.
  5. Una volta che il cognac sarà evaporato, unitevi i pomodori pelati e passati al passatutto.
  6. Fate cuocere la coratella di agnello per almeno mezz’ora, ricordandovi di non farla cuocere eccessivamente per non farla indurire.
  7. Salate e mettete del peperoncino.

Facebook


Questo articolo è stato letto 994 volte.


Leggi anche...