Tagliolini con la coratella di abbacchio e carciofi: la ricetta

Oggi, un altro primo piatto della tradizione di Pasqua.

L’altra volta vi abbiamo parlato della coratella d’abbacchio, così come la preparano nel Lazio, specialmente nel periodo di Pasqua. Sempre la coratella si può fare con i carciofi oppure ci si può preparare questo gustosissimo primo. Stiamo parlando dei tagliolini con la coratella di abbacchio e carciofi. Se volete preparare i tagliolini con la coratella d’abbacchio e carciofi per la vostra Pasqua, potete, invece di usare dei tagliolini acquistati nei supermercati, realizzarli con le vostre mani, seguendo la nostra ricetta dei tagliolini acqua e farina (tratterranno meglio il sugo e renderanno la vostra pietanza ancora più unica!).


 

La ricetta dei taglioni con la coratella di abbacchio e carciofi

Ingredienti per 4 persone: 350 grammi di tagliolini – 2 coratelle di abbacchio – 4 carciofi romaneschi – mentuccia romana – una foglia di alloro – una cipolla – un limone – prezzemolo – mezzo bicchiere di vino bianco – olio extravergine di oliva – sale – pepe nero.

 

  1. Lavate con cura la coratella di agnello sotto l’acqua corrente.
  2. Asciugatela con un canovaccio da cucina, per poi fare a pezzetti i vari organi che la compongono, tenendoli però separati gli uni dagli altri.
  3. Fate un trito con la cipolla che farete soffriggere in padella con dell’olio extravergine di oliva.
  4. Aggiungete quindi la foglia di alloro che poi eliminerete.
  5. A questa punto, quando la cipolla sarà appassita, unitevi prima il polmone, dopo alcuni minuti il cuore e infine i fegatini.
  6. Quindi bagnate la carne con il vino bianco e fate evaporare il tutto.
  7. Salate, pepate e bagnate la coratella anche con il succo di limone.
  8. Lasciate cuocere a fiamma dolce e incoperchiato per circa 20 minuti.
  9. Intanto con un coltello fate a spicchi i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure – in modo che rimangano solo i cuori più teneri – le barbe e i gambi, facendoli soffriggere nell’olio extravergine di oliva con qualche foglia di mentuccia, tenendo la pentola con un coperchio su di essa, per far in modo che i carciofi si mantengano belli umidi e non si secchino in fase di cottura.
  10. Una volta pronti, unite i carciofi alla coratella, facendo insaporire tra loro.
  11. Spegnete la fiamma e cospargeteli con del prezzemolo fresco trito.
  12. Infine, cuocete i tagliolini in abbondate acqua e quando saranno cotti scolateli condendoli con il sugo ai carciofi e coratella di agnello ancora caldo.
COMMENTI

Facebook


Questo articolo è stato letto 380 volte.


Leggi anche...