La frittata con le cipolle era il piatto prediletto dai contadini o la colazione preferita dai braccianti agricoli che lavoravano nei campi. Per questo motivo, questo secondo piatto o anche piatto unico, è consumato ancora oggi tagliato a fette e inserito tra due belle fette di pane, tagliate spesse.

Semplicissima da fare, la frittata di cipolle è uno dei piatti più conosciuti della cucina italiana. Necessita di pochissimi ingredienti per essere preparata, in primis: cipolle grandi e bianche.

Questa frittata colorata e allegra si porta in tavola da marzo in poi. In molti infatti, la cucinano anche per la tavola di Pasqua.

Ingredienti per 4 persone: 6 uova – 300 grammi di cipolle – 2 rametti di prezzemolo tritato – olio extravergine di oliva – burro – sale – pepe.

Preparazione della frittata di cipolle

Tagliate le cipolle ad anelli sottili e fatele insaporire ben bene a fuoco basso in una padella con una noce di burro e due cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando iniziano a prendere colorito unitevi il prezzemolo fresco tritato e mescolate il tutto.


Sbattete poi le uova, salatele e versatele in padella con le cipolle. Fate cuocere la frittata di cipolle da ambi i lati e servitela in tavola ben calda, su un piatto ricoperto da carta assorbente da cucina, in modo che perda l’unto in eccesso.

Frittata di cipolle

Stampa la ricetta