L’ insalata coleslaw chiamata in modo abbreviato, semplicemente slaw è un’insalata di cavolo cappuccio crudo, conosciuta e apprezzata soprattutto negli Stati Uniti d’America.

Il nome “coleslaw” nacque nel diciottesimo secolo, come anglicizzazione della parola olandese “koolsla”, una abbreviazione del termine “koolsalade” che significa appunto insalata di cavolo.

Di questa ricetta non esiste un vero e proprio inventore, perché le sue varianti nel mondo sono davvero tante. Questa saporita insalata è più il frutto delle abitudini alimentari del nord Europa, esportate e sviluppate poi anche negli USA.

La storia della coleslaw non è facile da ricostruire. Ancora oggi le sue origini non sono chiare e sono contese tra Olanda e Irlanda. Nel libro Sensible Cook: Dutch Foodways in the Old and New World, pubblicato nel 1667, è riportata una ricetta antica, definita proprio coleslaw salad, una preparazione in cui strisce sottili di cavolo sono mescolate con burro fuso, olio e aceto.

Le varianti della coleslaw

L’insalata coleslaw può essere preparata in due diversi modi, ossia con un condimento più delicato a base di maionese o latticello, oppure, con un dressing più leggero ma più acidulo e pungente a base di aceto e spezie.

Le due preparazioni principali, quella con la maionese o latticello e quella con l’aceto sono spesso entrambe rielaborate aggiungendo panna o panna acida e carote.

Il cavolo sia bianco che rosso poi, può essere tagliato sia in piccoli quadratini, che finemente tritato o tagliuzzato a strisce sottili.

In molti inoltre usano aggiungere alla coleslaw classica svariati ingredienti, come: frutta secca, mele, cipolle, ravanelli o verdure varie o anche del formaggio grattugiato.

L’italiana insalata capricciosa con o senza l’aggiunta di prosciutto cotto può essere anch’essa considerata una coleslaw modificata (o viceversa).

Con cosa servire l’insalata

L’insalata coleslaw viene generalmente consumata come contorno di alimenti come il pollo fritto e carni alla brace, tipo le costolette e può essere accompagnata da un ulteriore contorno (nello stesso piatto) di patate fritte o l’insalata di patate.

Negli Stati Uniti viene usata anche come contorno classico di piatti a base di pesce fritto o come farcia di panini anche grigliati sul barbecue o sulla piastra.

I panini si imbottiscono di solito con hamburger di carne o pesce fritto o pulled pork ai quali si aggiunge poi una manciata generosa di insalata coleslaw, per poi condire il tutto con salse piccanti e senape.

Questa insalata è utilizzata anche per farcire panini come quelli classici per hot dog con all’interno wurstel e salse di accompagnamento.

Nel Regno Unito viene servita con carota e cipolla in aggiunta al cavolo, mentre in Svezia viene preparata con aceto e olio per accompagnare la pizza. In Germania, invece, viene servita con cavolo bianco e rosso e viene chiamata “Krautsalat”.


Consigli utili su come fare un’insalata coleslaw perfetta

  • Il nemico principale di ogni insalata è l’eccessiva presenza di acqua nella stessa. Lavatela molto bene e fatela scolare con cura.
  • Tagliate l’insalata a striscioline sottili.
  • Se volete dare un ulteriore tocco di colore alla vostra insalata coleslaw utilizzate sia cavolo cappuccio bianco che rosso.
  • Diciamo che la versione originale non prevede le carote ma in Inghilterra vengono spesso aggiunte: danno anch’esse colore e un sapore in più. Tagliatele a juliennne sottilmente cercando di fare fettine simili in spessore a quello del cavolo cappuccio.
  • Aggiungete dopo la cipolla o il cipollotto, perché il loro gusto rischia di essere predominante.
  • Una volta preparata l’insalata coleslaw fatela riposare per almeno un paio d’ore prima di servirla. In questo modo i sapori si fonderanno alla perfezione.
  • Se ne dovesse rimanere un po’ conservatela in frigorifero al massimo per 4 o 5 giorni, oppure fateci dei sandwich con delle fette di pane in cassetta e del prosciutto.

Ma vediamo come preparare questa insalata piena di proprietà nutritive. Questo grazie alla presenza del cavolo cappuccio che aiuta a mantenere sano il sistema digestivo e che con le sue fibre contribuisce al benessere intestinale.

Ingredienti per 4 persone

500 grammi di cavolo cappuccio bianco e rosso
Un cipollotto fresco
150 grammi di carote
Un vasetto di yogurt magro
3 cucchiai di maionese
Un cucchiaio di senape
Erba cipollina q.b.
Un cucchiaino di zucchero semolato
Un cucchiaio di aceto di mele
Sale q.b.
Pepe q.b.

Preparazione dell’Insalata coleshaw

  • Lavate il cavolo cappuccio bianco e rosso ed eliminate le foglie più esterne.
  • Tagliatelo a metà per poi ottenere da ciascuna metà quattro parti da affettare finemente a striscioline.
  • Pelate e tagliate a julienne anche le carote e il cipollotto.
  • In ciotola capiente amalgamate lo yogurt magro con la senape e la maionese.
  • Poi aggiungete l’aceto di mele, lo zucchero, l’erba cipollina tagliuzzata, il sale e il pepe, amalgamando bene il tutto.
  • Mettete tutte le verdure precedentemente tagliate a julienne in una scodella capiente e conditele con la salsina appena fatta.
  • Mescolate tutti gli ingredienti con cura e ricoprite la ciotola con della pellicola trasparente, facendola riposare in frigorifero per almeno un’ora prima di servire in tavola.Insalata coleslaw

Vota la Ricetta
[Total: 0 Average: 0]

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *