Patate cotte e cipolla in padella alla calabrese (patani cotti e cipulli ‘ntra frissura)

Le patate cotte e cipolla in padella alla calabrese, conosciute nel dialetto calabrese con il nome di “patani cotti e cipulli ‘ntra frissura” nascono in tempo di povertà. I contadini che tiravano alla giornata, spesse volte portavano in tavola i frutti del loro orto e con questi inventavano le più svariate ricette.

Tutte ricette semplici, senza grandi pretese, ma che non rinunciano al gusto. Questo piatto può essere portato in tavola come pietanza unica. Si tratta di patate cotte, private della buccia e fatte a fettine, per poi essere passate in padella con della cipolla rossa di Tropea, anch’essa affettata. Come tutta la cucina povera calabrese, anche queste patate e cipolla vengono preparate rigorosamente in una grande padella e consumate con delle fette di pane casereccio.


Preparazione delle patate cotte e cipolla in padella alla calabrese (patani cotti e cipulli ‘ntra frissura)

Ingredienti per 4 persone: 4 patate grandi – olio di oliva – 2 cipolle rosse – sale

  1. Lessate le patate, privatele della buccia e affettatele.
  2. Subito dopo, lavate, pelate e affettate anche le cipolle rosse, molto finemente.
  3.  In una padella mettete dell’olio d’oliva e cominciate a far cuocervi le cipolle rosse, a cui unirete, dopo un po’, qualche mestolo di acqua.
  4. Quando notate che l’acqua sarà evaporata, aggiungetevi anche le patate tagliate.
  5. Salate e fate insaporire le patate insieme all’abbondante cipolla rossa, continuando ancora la cottura, se necessario.
COMMENTI

Facebook


Questo articolo è stato letto 722 volte.


Leggi anche...