Un po’ di tempo fa vi avevo scritto la ricetta della pittafritta alla calabrese, che altro non è che una specie di frittata ottenuta mescolando acqua, farina e sale, per poi friggere il tutto in padella proprio come una frittata e poi condita con del mosto cotto di fichi, oppure – volendola un po’ modernizzare – è buonissima anche con del tonno in scatola sulla superficie.

La mia bisnonna originaria di una frazione di Cetraro (CS) – Sant’Angelo –  la preparava non solo così – come vi ho appena detto e scritto – ma anche con all’interno una farcitura fatta con gli immancabili peperoni calabresi. Un modo diverso di mangiare la pittafritta non solo in bianco o col mosto cotto di fichi.

La chiamano “pittafritta con i peperoni alla calabrese”…

Ingredienti per 4 persone: 3 o 4 persone – 250 grammi di farina – acqua – olio di semi – sale.

Preparazione della pittafritta con i peperoni alla calabrese

Lavate i peperoni e tagliateli a striscioline, privandoli di picciolo e semi. Nel frattempo, mettete l’olio di semi in padella e friggetevi i peperoni. A parte, preparate la classica pastella con acqua, farina e sale, tenendo a mente che la pastella da voi preparata non dovrà essere né troppo liquida né troppo pastosa.  Una volta che i peperoni saranno ben fritti, tuffateli nella pastella di acqua e farina e amalgamate il tutto per bene.


Mettete i composto in padella e friggete il tutto come se doveste fare una frittata, rigirando la pittafritta con peperoni anche d’altro lato. Una volta pronta mettetela in un piatto da portata ricoperta da carta assorbente, perché perda l’olio in eccesso e gustatela ben calda.

Pitta fritta con i peperoni alla calabrese

Si ringrazia LoveCetraro per la foto.


Vota la Ricetta
[Total: 0 Average: 0]

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *