Per i più, il risotto al nero di seppia, diffuso in Croazia ai tempi della dominazione veneta, si diffuse grazie ai suoi dominatori in tutto il mediterraneo, che, da buoni mercanti girovaghi, fecero conoscere questo piatto a base di riso, seppie e il loro inchiostro, ben oltre il suo paese d’origine.

Ingredienti per 4 persone
Seppie pronte (con il sacchetto dell’inchiostro) – 750 grammi
Una cipolla
Spicchi d’aglio – 2
Olio extravergine di oliva – 6 cucchiai
Succo di un lime
Vino bianco secco – 150 ml
Riso arborio – 350 grammi
Fumetto di pesce – 750 ml
Sale
Pepe

Preparazione del risotto al nero di seppia
Lavate bene le seppie, asciugandole con la carta da cucina, quindi ponete i sacchetti con l’inchiostro in un piatto. Poi, tagliate le seppie a striscioline e pelate e tritate la cipolla e l’aglio. Fatto ciò, amalgamate quest’ultimo con tre cucchiai di olio e il succo di lime, versando la marinata sulle seppie e facendo riposare per 30 minuti circa. Passato questo tempo, riscaldate l’olio rimanente in una casseruola e fatevi appassire la cipolla, unendovi le listarelle di seppie (sgocciolate bene) rosolando il tutto. Bagnate con il vino e la marinatura, aprendo i sacchetti contenenti l’inchiostro e servando il liquido sui molluschi. Dopo di ciò, aggiungete 150 ml di fumetto di pesce e portate a ebollizione, facendo cuocere per 15 minuti. A questo punto, versate il riso in una pentola, bagnando con un mestolo di fumetto e mescolando bene. Cuocete il riso, unendo dell’atro brodo a mano a mano che quello aggiunto in precedenza sarà stato assorbito. Trascorsi 20 minuti, salate, pepate e portate il tavola.


risotto al nero di seppia

Stampa la ricetta