Coniglio con le erbette: la ricetta

Il coniglio con le erbette è un tipico piatto della tradizione gastronomica italiana. In particolar modo il coniglio è molto apprezzato in Toscana –  dove si cucina in mille modi – e nelle regioni del nord Italia, come il Piemonte.

Il coniglio con le erbette è un secondo di carne molto indicato per chi sta seguendo una dieta ipocalorica ma non vuole rinunciare al sapore. Infatti, le carni del coniglio sono prive di grassi e quindi magrissime, perciò molto tenere e friabili, ma anche ricche di proteine. Le erbette gli conferiscono un profumo spettacolare, che non è facile trovare in tutte le specialità culinarie.


Il coniglio con le erbette si prepara molto facilmente, utilizzando pochissimi ingredienti di facile reperibilità, quali: il vino bianco, le cipolle, il sedano, l’aglio, foglie di salvia, timo, rosmarino, ginepro, chiodi di garofano, una carota, olio extravergine di oliva e naturalmente del coniglio.

Ma vediamo come fare questa ricetta di derivazione contadina e campagnola.


Preparazione del coniglio alle erbette

Ingredienti per 4 persone: un coniglio – mezzo litro di vino bianco – 2 cipolle – una costa di sedano – aglio – una carota – foglie di salvia – rosmarino – timo – chiodi di garofano – ginepro – olio extravergine di oliva.

  1. Fate bollire l’acqua insieme alle cipolle, la costa di sedano, l’aglio, la carota, le foglie di salvia, il rosmarino, il timo, il ginepro e i chiodi di garofano, quindi aggiungete anche il coniglio precedentemente ben pulito e lavato.
  2.  Lasciate cuocere il coniglio e dopo averlo lasciato raffreddare nel brodo, privatelo di tutti gli ossi.
  3. Ora, mettete il coniglio in una pirofila, disponendolo a strati inframezzato da foglie di salvia e aglio, bagnandolo con dell’olio extravergine di oliva.
  4. In ultimo, lasciate riposare il coniglio alle erbette in frigorifero per almeno 12 ore prima di portarlo in tavola.

COMMENTI

Facebook


Questo articolo è stato letto 382 volte.


Leggi anche...