Cupcake colorati di Carnevale: la storia e la vera ricetta inglese

Il cupcake è chiamato anche Fairy Cake – in Inghilterra – in quanto questi piccoli dolcini sono decorati nel modo più delizioso possibile, con glassa colorata (icing), crema al burro (buttercream frosting), confettini colorati (sprinkes) e piccole figurine in pasta di zucchero (sugar fondant), tanto da essere adatto per una festa tra “fatine”.E viene chiamato anche Patty Cake, in Australia.

 

La storia dei cupcake

Il suo nome di origine inglese vuol dire “torta in tazza”. Infatti, all’origine i cupcake – quando non esistevano gli stampi per muffin – venivano cotti e infornati in piccole tazze di ceramica, imburrati e infarinate.


La glassatura, detta “frosting”, può essere realizzata con glassa reale, pasta di zucchero o crema al burro. Oppure con una farcitura alla crema con decorazioni varie, con zucchero colorato o cioccolato plastico.

La ricetta base dei cupcake assomiglia a quello delle classiche torte, cioè, quelle che fanno uso di farina, uova, burro e zucchero semolato nell’impasto.


I cupcake sono solitamente usati come dolcetti che accompagnano il tè o come avviene negli Stati Uniti d’America sono i protagonisti di feste di compleanno per bambini o particolari celebrazioni. Ma non mancano neanche le versioni salate da proporre come antipasti, dove per la farcitura si utilizzano creme che fanno uso di carote, zucchine o formaggio.

Esistono due teorie sulla nascita dei cupcake – avvenuta nel diciassettesimo secolo – la più nota fa risalire il nome al fatto che inizialmente la cottura delle piccole tortine avvenisse nelle tazze (cup in inglese), visto che non esistevano ancora i moderni pirottini o stampini per muffin.

La seconda ipotesi, meno conosciuta ma altrettanto valida, è che essendo dolci di origine anglosassone le quantità degli ingredienti venissero indicate in cup (cioè tazze).

Le massaie americane degli anni ne furono conquistate. Infatti, le mini tortine erano più facili da fare, veloci da cuocere e più economiche rispetto a uno torta dalle dimensioni standard e il cupcake entrò subito nel cuore di tutti gli americani, diffondendosi poi nel recente 2000 anche il Italia, soprattutto grazie alla tv, alle serie americane, come Sex and the City, dove Miranda era solita mangiare cup cake per compensare carenza di affetti, facendo così diventare la catena Magnolia Bakery un vero e proprio luogo di culto. O grazie a Real Time con la sua trasmissione “La bottega dei Cupcake” che racconta l’attività della pasticceria Georgetown Cupcake, specializzata proprio nella realizzazione dei famosi dolcetti.

Possiamo dire però che la vera e propria affermazione dei cupcake in America c’è stata solo dopo che nel 1796 Amelia Simmons li citò nel suo libro American Cookery, il primo vero libro di cucina che si possa trovare nella storia.

Cupcakes colorati di Carnevale

La ricetta dei cupcake

Ingredienti per 12 cupcake: 50 grammi di mandorle o nocciole tritate – 2 uova – 50 grammi di burro morbido – 150 grammi di zucchero semolato – 200 grammi di farina 00’ – una bustina di vanillina – un cucchiaino di lievito in polvere – 150 ml di latte – un pizzico di sale – burro e farina per ungere la placca.

Per il frosting colorato: 125 grammi di burro morbido – 2 cucchiai di succo di limone – 200 grammi di zucchero a velo – colorante alimentare rosso (o di altri colori) – confettini di zucchero rosa o di altri colori.

  1. Tostate le mandorle o le nocciole in una padella, fino a che si dorino intensamente. E nel frattempo preriscaldate il forno a 180° (se ventilato a 160°C).
  2. Ungete col burro e la farina gli stampi da cupcake oppure mettete al loro interno dei pirottini di carta. Amalgamate il burro con lo zucchero semolato e la vanillina. Poi aggiungete le uova uno dopo l’altro. A a parte, mescolate il lievito in polvere e la vanillina setacciati, per evitare che formi grumi e unitevi, infine, le nocciole o le mandorle trite e il sale, mescolando tutti gli ingredienti con cura.
  3. Mescolate il composto in cui avete inserito la farina con il latte e unite il tutto al composto in avete messo le uova e il burro, ponete l’impasto nello stampo per muffin e cuocete in forno i dolcetti per 25 minuti. Una volta che i cupcake rosa saranno pronti sfornateli e lasciateli intiepidire.
  4. Per il frosting montate lo zucchero a spuma con il burro, poi aggiungete lo zucchero a velo e il succo di limone, quindi, unitevi poco per volta le gocce di colorante alimentare uniformando bene il colore nella crema e mettetela al freddo in frigo per un’ora.
  5. Passato questo tempo, riempite con la crema rosa o colorata una tasca da pasticcere in cui avrete messo un beccuccio a stella e formate il ciuffo sul cupcake, che decorerete con confettini di zucchero rosa o di altri colori.

Muffin alla vaniglia per Carnevale

 

Facebook


Questo articolo è stato letto 437 volte.


Leggi anche...