Il finocchi alla piemontese, come è facile intuire, sono nati e preparati soprattutto in Piemonte. Si preparano alternando degli spicchi di finocchi freschi bolliti con delle fette di fontina e conditi poi con noce moscata grattugiata, sale e pepe macinato fresco. L’ultimo strato sarà bagnato con del latte fresco e gratinato successivamente in forno con dei fiocchetti di burro.

Sono un ottimo piatto unico, leggero e nutriente. Perfetti per il periodo autunnale, perché proprio come i carciofi, anche i finocchi si possono trovare proprio in questa stagione, freschi e colorati, sui banchi di frutta e verdura.

Ingredienti per 4 persone: 4 – 6 finocchi – 150 grammi di fontina – latte – burro – noce moscata – sale e pepe.

La preparazione dei finocchi alla piemontese

Mondate i finocchi e divideteli in spicchi sottili, per poi scottarli in acqua bollente salata – facendoli rimanere al dente – e sistemarli in una pirofila, alternandoli con delle fettine di fondina. Condendo il tutto con sale, pepe e una grattugiata di noce moscata.


Bagnate l’ultimo strato di finocchi con un po’ di latte e qualche fiocco di burro, prima di far gratinare i finocchi alla piemontese in forno già caldo a 180°C per un quarto d’ora circa o comunque per il tempo necessario a far il modo che il formaggio in superficie formi una bella crosticina.

Finocchi alla piemontese

Stampa la ricetta