Le ferrate di Carnevale pugliesi sono dei rustici o per meglio dire, dei dolci non dolci, tipici della città di Manfredonia che vengono preparati appunto a Carnevale, ma anche per tutto il periodo quaresimale.

Questo piccolo panzerotto ha origini antichissime. Si racconta infatti che, una focaccia di farro e grano molto simile alla ferrata, venisse offerta già agli sposi negli antichi riti matrimoniali, risalenti ad epoca romana. Mangiando la focaccia gli sposi avrebbero definitivamente sancito la loro unione.

Perchè si chiamno ferrate e come si fanno

La ferrata di carnevale pugliese si chiama così, in quanto il suo involucro esterno è composto in buona parte di farina di farro a cui viene aggiunto successivamente un ripieno fatto con della ricotta fresca di pecora, maggiorana, grano cotto, cannella e pepe. Composto che poi viene racchiuso in due dischi di pasta fresca, i cui bordi vengono sigillati per bene a mo’ di panzerotto, per poi cuocere il tutto in forno.

Ingredienti per 12 ferrate

Un 1,50 kg di ricotta di pecora fresca
2 mazzetti di maggiorana fresca dai quali prendere solo le foglie
2 bicchieri di acqua
2 tuorli d’uova
Un barattolo di grano cotto
Un chilo di farina di farro
Cannella Q.B.
2 cucchiai di sale
15 grammi di pepe macinato dal mulinello.


Preparazione delle ferrate pugliesi

  • In una ciotola abbastanza capiente mettete la ricotta di pecora fresca, il grano cotto e le foglie di maggiorana fresca, lavate e pulite.
  • Amalgamate per bene il tutto e unitevi anche la cannella e il pepe, per poi mescolare nuovamente gli ingredienti tra loro, per avere un composto uniforme.
  • A questo punto, lasciate riposare il ripieno per circa 30 minuti, affinchè la maggiorana gli possa conferire tutto il suo profumo.
  • Intanto, dedicatevi a fare l’impasto che poi andrà ad avvolgere il ripieno di ricotta, grano e maggiorana.
  • Su un piano di lavoro impastate la farina di farro unendovi pian piano l’acqua.
  • Aggiungete il sale, per poi impastare il tutto per bene, fino ad ottenere un composto non troppo molle.
  • Con l’aiuto di un matterello tirate quindi delle sfoglie di pasta dello spessore di circa 2 mm.
  • Con delle formine in acciaio o con una rotella dentata ricavate dei dischetti da pasta dalle medie dimensioni e mettetevi al centro della metà di esse, due cucchiai di composto alla ricotta e grano.
  • Ricoprite quindi, con un secondo cerchio di pasta e sigillate bene le ferrate di Carnevale pugliese, ripiagando i bordi dell’impasto verso l’interno, in modo che non possano aprirsi in fase di cottura e il ripieno non fuoriesca.
  • In una scodellina sbattete i tuorli d’uovo e spennellateli all’esterno delle ferrate di Carnevale pugliesi.
  • Con i rebbi di una forchetta bucherellate l’esterno delle ferrate, in modo che in cottura non si formino bolle d’aria al loro interno e infornate per 30 minuti a 180°C.

Stampa la ricetta