Il baccalà con i peperoni secchi fritti alla calabrese si preparava tempi addietro (e anche oggi) in Calabria, alla vigilia dell’Immacolata, ma anche alla Vigilia di Natale e in periodo di Quaresima. La sua provenienza di chiara derivazione contadina lo connota come un piatto corposo e abbastanza rustico.

In Calabria a dicembre il baccalà viene cucinato in tantissimi modi, dai ceci con i baccalà in umido all’insalata di baccalà.

Ma vediamo con esattezza come fare questo semplice ma buonissimo baccalà con i peperoni secchi fritti alla calabrese, secondo la ricetta antica…

Preparazione del baccalà con i peperoni secchi fritti alla calabrese

Ingredienti per 4 persone: 800 grammi di baccalà – olio extravergine di oliva – 30 peperoni secchi alla calabrese


  1. Ammollate il baccalà in una bacinella colma di acqua fredda per due giorni, ricordandovi di cambiare l’acqua per tre volte al giorno, affinchè il baccalà perda il sale in eccesso.
  2. Prendete dei peperoni seccati al sole estivo – con il metodo che vi abbiamo illustrato precedentemente – spaccateli in due nel senso della loro lunghezza e fateli friggere in una padella ampia con abbondante olio extravergine caldo.
  3. Rigirateli in padella con un forchetta, fino a che i peperoni secchi alla calabrese saranno ben croccanti, stando attenti a non farli bruciare.
  4. Mettete i peperoni secchi in un piatto da portata, ricoperto da carta assorbente da cucina e nello stesso olio in cui avete fritto i peperoni, fatevi friggere il baccalà ammollato e tagliato a quadretti o rettandoli da entrambi i lati.
  5. Una volta che il baccalà con i peperoni secchi fritti alla calabrese sarà pronto mettetelo nel piatto insieme ai peperoni secchi, gustandoli ancora caldi e fragranti.
Stampa la ricetta