Contenuti dell'articolo


Oggi vediamo come si prepara il ragù di coniglio. Il ragù di coniglio è un condimento molto delicato ma allo stesso tempo molto saporito. Questo ragù è molto amato ed apprezzato in Toscana, dove viene utilizzato per condire gustose pappardelle all’uovo o anche dei taglioni, sia all’uovo che preparati a mano con acqua e farina.

Il ragù di coniglio è ideale per condire la pasta, specie se fatta a mano, come vi dicevo, perché ha una consistenza più ruvida ed è quindi capace di trattenere meglio tutti i tipi di sughi. Non dimenticate poi che, la carne di coniglio è molto magra, quindi poco calorica e perfetta, anche per chi sta seguendo una dieta povera di grassi. Se amate i ragù particolari, il ragù di coniglio è quello che fa per voi!

Preparazione del ragù di coniglio

Ingredienti: 1 coniglio – 2 carote – 2 coste di sedano – un bicchiere di vino bianco secco – 2 cipolle – brodo di carne – 2 foglie di alloro – un cucchiaio di concentrato di pomodoro – 40 ml di olio extravergine di oliva – sale – pepe


  1. Lavate e tritate finemente le carote, il sedano e le cipolle, per poi macinare a parte anche la carne di coniglio.
  2. Prendete un tegame e mettetevi al suo interno dell’olio extravergine di oliva, quindi, fatevi rosolare le verdure trite.
  3.  Unitevi poi la carne di coniglio tritata e le due foglie di alloro.
  4. Fate cuocere la carne per un paio di minuti, rigirandola di tanto in tanto con un mestolo di legno, per non far attaccare il sugo al fondo della pentola.
  5. Sfumate il tutto con il vino bianco secco, facendolo poi evaporare.
  6. Ora unitevi il concentrato di pomodoro, sciolto in mezzo bicchiere di brodo di carne caldo e mescolate accuratamente.
  7.  Regolate di sale e di pepe.
  8.  Intanto, coprite con un coperchio la pentola e fate cuocere il ragù di coniglio per un’ora a fiamma bassa, unendovi a poco a poco dei mestoli di brodo, essenziali per non far asciugare troppo il sugo in fase di cottura.
Stampa la ricetta